Mavado, nome d’arte di David Brooks, è un duro dalla voce morbida, un dio che ha paura di morire, un gangster con il cuore buono. Insomma un artista controverso, spesso al centro di critiche anche molto accese, ma intelligente e sensibile.
Nel 2011 mr Brooks ha compiuto 30 anni e non è più uno youthman, ma un artista maturo giunto al terzo studio album. Il lancio del disco avviene con questo mixtape, assemblato dal duo Raz’n’Biggy, che anticipa numerosi pezzi della nuova fase artistica del dj-cantante di Cuban-Gully.

“So suicidal” include 26 tracce: da ballate lente a incalzanti mine bashment firmate da alcune delle etichette jamaicane più famose degli ultimi anni, tra cui Daseca e Big Ship.
La collaborazione con dj Khaled (nella title track) da molti è invece considerata una svendita in chiave commerciale. Ma le radici della musica di Mavado sono chiare anche nelle ballate più marcatamente hip hop e quella vena malinconica che da anni rappresenta il suo marchio di fabbrica resta intatta.

Il titolo del mixtape è una dichiarazione di intenti che suona più o meno così: “Nelle nuove canzoni sarò talmente bad da rischiare la mia stessa vita”, “così suicida” appunto. Del resto molti si chiedono se quella di stabilirsi negli USA sia solo una scelta artistica.
I testi sono infatti molto forti e pregni di ammonimenti per gli haters che da sempre lo minacciano. E quindi affondare il colpo con rinnovata ferocia potrebbe rivelarsi per lui molto pericoloso. Ma anche coraggioso.

il sito di Razz’n Biggy

ONE TRACK VERSION
http://www.mediafire.com/download.php?i00w4hysx9icc97

TRACKED VERSION
http://www.mediafire.com/download.php?h02ak8mmgztnnsg

Prepio