Orange calls Europe

EUfronte


EUinterno

Commenti disabilitati su Orange calls Europe

Bababoom time: remix

remix em all – 30 min di remix…

scaricatevi la puntata di venerdì 9 marzo dove hanno partecipato anche i ns 2 remix addicted: soundsemilla & whitelion…

il fragmento dedicato alle produuzioni casalinghe parte al min 31 circa…

ecco il link!!! bleiz

scarica puntata

bababoomtime reggae radio

Commenti disabilitati su Bababoom time: remix

Reggae e Cinema made in jahmaica

Tratto dal “Sunny”

www.rototomsunsplash.it/sunny

Il documentario “ Made In Jamaica ” è un interessante e veritiero ritratto di quello che è il movimento reggae odierno in Jamaica e di come questo stile di musica e di vita sono conosciuti in tutto il mondo. In questa pellicola ci sono delle performances live da parte dei migliori artisti reggae giovani e non; “ Made In Jamica “ ci parla di loro, della loro storia da quando sono nati poveri e con poche opportunità nel ghetto fino a quando hanno ottenuto successo grazie alla loro musica.
Il cast di “ Made In Jamaica ” è composto da artisti che hanno scritto e scriveranno la storia del reggae, come Capleton (nella foto), Bunny Wailer, Elephant Man, Toots And The Maytals, Bounty Killer, Gregory Isaacs, Tanya Stephens, Beres Hammond, Lady Saw, Bogle (figura importante della dancehall da poco scomparsa), Vybz Kartel, Joseph Current.
In questo film sono presenti tutti gli argomenti al centro dei testi delle canzoni reggae che ascoltiamo quotidianamente, come: la violenza e i crimini nei ghetti, la storia del colonialismo e della schiavitù subite dagli antenati, la religione Rastafari punto fondamentale di questa cultura , la violenza verso le donne, il loro ruolo nella musica reggae e nel suo sviluppo e soprattutto il messaggio di speranza per una vita migliore che, come ci insegnano, è sempre possibile.
“ Made In Jamaica” è stato prodotto dalla compagnie “ Lawrence Pictures ” e dalla “ Herold & Family “ che si occupano appunto di finanziare e acquistare film che hanno progetti innovativi; il regista è Jerome Laperrousaz che ha cominciato a lavorare in Jamaica 25 anni fa, quando ha girato il film “ Third World- Prisoner in the street “.
Per adesso è disponibile “solamente” una prewiev di circa due minuti da cui si può intuire la qualità del documentario. Per questa presentazione e molte altre informazioni andare sul sito: http//www.madeinjamaicamovie.com
D.M.C

Commenti disabilitati su Reggae e Cinema made in jahmaica

chaliceCup 007 Pedroman Report

Seconda semifinale della Chalice Cup, si sfidano nell’ordine estratto: Radical Sound, giovane e affiatata crew da Varese, Quickly Burning Sound, resident sound del Paci Paciana, che a Bergamo non ha certo bisogno di presentazioni, e River Nile, da Milano (di origini gambiane), che si presenta però senza Roddi, l’MC della crew.

Radical parte bene: selezione curata, veloce e precisa (in questo segmento principalmente roots and foundation) con il chiaro intento di bruciare tunes agli altri sound e con speech continui ( a “stuzzicare” i rivali…), forward più grossi durante la selezione italiana, Brusco e SSS. Poi arriva Quickly Burning, partenza davvero esplosiva che fa salire la temperatura del bunker del Pacì, ma nel corso della selezione si perde un po’. Infine è il turno del River Nile, che stupisce un po’ tutti. Jahdama inizia il segmento con un lungo speech in cui, dopo aver salutato la massive e essersi presentato, lancia delle accuse riferite a una spiacevole situazione avuta con i ragazzi di Bergamo, in estate al parco Brembo, che gli avrebbero impedito di suonare…; a causa del marcato accento africano, sinceramente, non si capisce proprio bene il discorso che fa. Poi parte con la selection, stricly roots and foundation, e attacca subito i Radical (“Radical you no radical! …Rivernile is di original radical from Africa Gambia”…”Radical you no salute de massive before you start”…). Inizio super aggressivo insomma, e anche Rivernile prende dei bei forward. Secondo giro, ordine invertito. Inizia Quickly Burning, che non si cura degli “attacchi” degli altri sound, e va dritto per la sua strada (…”noi non siamo qui a fare le pagliacciate”…): roots and foundation e new roots style. Freestyle del Baro e di WillyValanga che scaldano la massive di casa. Poi River Nile, segmento new roots, e di nuovo attacchi ai Radical. Speech continui, ma che non sempre la massive comprende (principalmente in patois). Chiudono i Radical, che rispondono a tutte le provocazioni del River Nile, ringraziando di avergli fatto l’apertura e “salutandoli”, e dicendo agli altri sound di togliere la muffa dai loro dischi. Si accende un po’ la polemica al Pacì! …ma la massive si diverte, non sembra curarsi più di tanto di ‘ste cose (che comunque fan parte del clash, e van prese un po’ per quello che sono…). Buona comunque la risposta dei Radical, un bel rmx di “Come around” (in risposta a Quickly) e una serie di Capleton (in risposta ai River Nile). Alla fine la selezione accelera e si passa a ritmi più dancehall. [Continua a leggere…]

Commenti disabilitati su chaliceCup 007 Pedroman Report

Pacì Paciana 2 – Lega nord 0

Sabato 20 gennaio la città di Bergamo ha avuto modo di assistere ad uno strano spettacolo: rinchiusi in pochi metri quadri c’erano strani individui, brutti ed in camicia verde. Inesistenti Giovani Padani al capezzale di vecchi politicanti e senatori rimbambiti: pochi, senza voce e senza idee, disinformati, ineleganti.
In poche parole grotteschi. A pochi metri, in una piazza aperta, c’erano 300 ragazzi, arrivati per ri-affermare – se ce ne fosse ancora bisogno – quanto il centro sociale autogestito Pacì Paciana sia una risorsa irrinunciabile per tutta la città: in questi dieci anni centinaia di concerti, film, mostre, presentazioni di libri e dibattiti che hanno animato in maniera determinante la vita bergamasca portando aggregazione, socialità orizzontale, cultura.
Pazienza se per opportunismo politico e mancanza di idee la lega nord cerca di strumentalizzare la messa a norma di uno stabile di proprietà pubblica spacciandola per soldi versati al centro sociale. Sabato i bergamaschi hanno capito, si sono informati, hanno scambiato quattro chiacchiere con “quelli del pacì paciana”: non i mostri descritti da cronache faziose, non alieni, ma educatori, magazzinieri, programmatori, grafici, operai…
Ebbene sì, sabato in piazza un ex ministro con evidenti problemi di alcool non ha saputo fare altro che mostrare il dito medio e darci dei “mantenuti”, offeso dagli striscioni contro la sua inesistente ma agognata repubblica delle banane…
Signorilità, educazione e quoziente intellettivo del sig. Calderoli hanno fatto il giro d’Italia: il ditone quasi faceva tenerezza, soprattutto se abbinato alla poca capacità di articolare un discorso. Vogliamo ricordare a codesto figuro e al suo codazzo che il “mantenuto” dai soldi dei cittadini è proprio lui.
Quanti soldi prende Calderoli? Avrà un contratto atipico? sarà un lavoratore flessibile? …cooperativa???? Dobbiamo fare noi un piccolo calcolo? Perchè è lui quello che non lavora, ha l’auto blu, due portaborse pagati, viaggi gratis, rimborsi di più di 4000 euro l’anno per il telefono, 6000 euro al mese come indennità, 4000 euro al mese di diaria, un vitalizio e una lauta pensione già maturata con solo 35 mesi di “lavori” in parlamento. E ancora mantiene, rimanendo in “aspettativa” il posto di lavoro – pubblico – presso gli Ospedali Riuniti! Niente, quisquilie e pinzillacchere, come quelle portate sabato dai Ribolliti padani, nessuna novità. Noi continueremo nella nostra storia, ormai decennale, sostenuti dalle migliaia e migliaia di ragazzi e ragazze che frequentano il centro sociale, incuranti del “refolo del nord” e stanchi di chi pensa di far politica con le provocazioni ed un’unica finalità, quella di far parlare di sé.
Cogliamo solo l’occasione per ricordare al sig. Calderoli e agli altri parlamentari in verde convenuti sabato 20 di non dimenticare che devono qualcosa a tutti gli italiani, senza distinzioni…
2-0, palla al centro, la lega non vince neanche la partita dello stile.

c.s.a. Pacì Paciana

calderoli
L’intento del centro sociale era quello di trasformare il presidio in una festa nella quale mostrare le proprie attività. Questa volontà era stata ampiamente annunciata a giornali, questura, amministrazione della città. Il senatore Calderoli ha manifestato l’intenzione di lasciare il gazebo leghista e, scortato da carabinieri e militanti leghisti, passare nella piazza dove si stava svolgendo il presidio musicale del Pacì Paciana.
Una provocazione a tutti gli effetti a cui i giovani hanno risposto con qualche insulto di piazza e con la consegna di un volantino raffigurante “Mohammed Calderoli” (lo scambio di cortesie è immortalato nella foto)
Il tentativo del vicepresidente del Senato di trasformare la festa in disordini è stato rispedito al mittente.
10annipaci

banania

Commenti disabilitati su Pacì Paciana 2 – Lega nord 0

iRie FM consegna i suoi Grammy Awards

Anche IRIE FM, la famosa reggae radio giamaicana seguitissima sull’isola da tutti senza differenze di classe sociale o di età ha stabilito i suoi Awards e le venti categorie messe in campo dal deejay Ainsworth Higgins, meglio conosciuto come Big A, sono un segnale importante dei nomi nuovi o riconosciuti della scena giamaicana. Alcune categorie sono decisamente divertenti come per esempio l’uomo e la donna meglio vestiti: queste due categorie sono ad appannaggio di Beenie Man e della sua consorte D’Angel. Il cantante dell’anno e’ Richie Spice e la sua controparte femminile (quasi ovviamente) è Tanya Stephens che sbaraglia tutti anche nella categoria del miglior album con il bellissimo ‘Rebelution’. Per il resto Voicemail è la miglior band, Vegas è il miglior ‘ritorno sulle scene’ mentre il nuovo artista dell’anno è Movado, ultimamente assai discusso sull’isola per alcuni suoi coinvolgimenti in fatti violenti. Beenie Man e Buju Banton a pari merito vincono il premio di miglior deejay mentre la deejay donna praticamente senza rivali e’ Macka Diamond: ‘Driver’ di Buju e’ anche la canzone dell’anno a pari merito con ‘Dutty wine’ di Tony Matterhorn che ovviamente è anche il ballo del 2006. Il battito dancehall di ‘Red Bull & Guinness’ di Delly Ranx è sancito come ‘riddim’ dell’anno e Don Corleon come miglior produttore: è stato stabilito un premio umanitario per Capleton (ci piacerebbe sapere per quale motivo) e la scelta degli ascoltatori per l’ormai immortale Beenie Man. Non poteva mancare anche il gergale piu’ in voga nel 2006 nelle yards giamaicane dove l’originalità di abbigliamento e modo di parlare giocano sempre una parte importante: la commissione ha scelto il termine ‘sell off!’

Pier Tosi

in rete: http://www.iriefm.net

Commenti disabilitati su iRie FM consegna i suoi Grammy Awards

Chalice Cup 2007

big up massicci e massicce!!!!

il ns progetto di unire dei sound per una sfida amichevole sta arrivando. Abbiamo contattato 6 soundsystem provenienti dalle province di milano, varese e como da affiancare a 3 esponenti della ns città.

colgo l’occasione per aggiornare il regolamento che utilizzeremo ed i nomi dei partecipanti:

si comincia il 20 GENNAIO:

SHANTY SOUND [BG champion sound] VS IL SOUND DiSARONNO [VA] VS LITTA SOUND [MI]

3 FEBBRAIO:

QUICKLY BURNIN SOUND [BG] VS RIVERNILE [MI] VS RADICAL SOUND [VA]

24 FEBBRAIO:

I-TREES SELECTA [BG] VS RJS [CO] VS OUT OF THE KITCHEN [CO]

tutte le sfide verranno arbitrate da un veterano della scena reggae italiana: CAPITAN ALBI – PT POSSE.

le sfide funzioneranno così:

supporti utilizzabili: vinili sia 33 che 45, i cd o altro sono ammessi solo in caso di autoproduzioni o dubs.

1°sessione: 30 minuti a testa suddivisi in 2 round da 15′ – ordine estratto a caso… con rotazione dopo il primo giro

alla fine di questa sessione votazione del pubblico ed eliminazione di un concorrente.

2°sessione: 30 minuti a testa a seguire tune fi tune finale: 8 brani max 1min 30 a tune

il vincitore accede di diritto alla finale che si svolgerà molto probabilmente a fine marzo.

per la massive: all’entrata si potranno acquistare [a sottoscrizione popolare] fischietti e altri gadgets rumoriferi per poter innalzare dei potenti forward!!

colgo l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti: ci divertiremo e soprattutto spero di creare ottimi legami ed ulteriori collaborazioni con tutti i sound che interverranno e non!!!

UNITED IS THE ANSWER!!!

vi aspettiamo numerosi!!!

Commenti disabilitati su Chalice Cup 2007

BG clash 2006 – pedroman report

Serata storica per il reggae bergamasco ieri sera al Pacì Paciana, da anni location di riferimento per gli eventi reggae in quel di BG. E’ la prima volta che si organizza un evento di questo tipo in terra orobica: per la prima volta è la massive che decide chi è il Number 1 Sound inna town.

Fra i sei sound che si sono sfidati a colpi di reggae, alla fine Shanty Sound si è portato a casa la coppa, ma a vincere ieri sera è stata la musica reggae, la massive bergamasca e tutte le crew che hanno partecipato al clash inna real-unity-style!!! Non è iposcrisia, non è così per dire: quella che si respirava ieri sera a BG (oltre ovviamente ad abbondanti nuvolate di ganjasmoke) era un clima di fratellanza, unità e amicizia fra tutti i sound e la massive!  One Love, One Heart, One Sound.

Ma andiamo con ordine: Capitan Albi, veteran reggae selector (original PT Posse), è il giudice della competizione.

Primo segmento da 13 minuti per sound, 1 vs 1, votazione e eliminazione di uno dei due sound.

Si inizia con i MightyDogs che se la devono vedere con il QuicklyBurninSound. I MightyDogs scaldano subito la massive del Pacì con una selezione stricly roots&foundation. Risponde QuicklyBurning con una selection altrettanto roots, intrervallata dal freesyle di WillyValanga (inna HipHop Style) e del Baro, MC del sound… “QuicklyBurning sempre presente”! Votazione e giudizio inequivocabile: QuicklyBurningSound passa al secondo turno.

Seconda sfida: GreenGold&Red contro Shanty Sound. Anche i GreenGold&Red partono con una selezione very roots style, e poi new roots. Bella la voce dell’MC che accompagna via via la selezione. La massive si scalda, e inizia la sua selezione Shanty Sound, unico a presentarsi alla sfida in solitario. Sullo Shanty-anthem (shanty town riddim), parte un dub plate di Luciano e il Pacì si infuoca. Bella selezione, che tiene la massive infuocata, e Shanty Sound passa al 2° turno.

Terza sfida: Soundsemilla & WhiteLion contro gli I-Trees Selecta.

Cominciano gli I-Trees Selecta.Reggae a 360 gradi; dal punto di vista tecnico probabilmente sono i migliori, selezione veloce, mix puliti, speech continui ad accompagnare la selezione. La massive è infuocata! Poi tocca a Soundsemilla & WhiteLion che infilano delle selezione new roots, bashment, con un pizzico di hip hop, con qualche bel remix. Da ricordare un divertentissimo“specifico” di Capleton (Bun down the I-trees) sfornato per l’occasione da Irie-I, che forse è passato un po’ inosservato dalla massive. Votazione, e gli I-Trees vanno al secondo turno.

scarica registrazione primo turno

Si passa al secondo round, tre sound rimasti in gara, altri 13 minuti a testa e poi votazione per eliminare un sound.

Iniziano gli I-Trees Selecta, poi Shanty Sound e a chiudere QuicklyBurningSound. Selezioni sempre più infuocate, massive sempre più calda! Votazione: il pubblico vuole Shanty Sound in finale; in bilico QBS e I-Trees: il Capitano fa metter ancora 1 disco per uno, one to one, e alla seconda votazione il pubblico decreta gli I-Trees Selecta in finale.

scarica registrazione secondo turno

scarica registrazione terzo turno

Commenti disabilitati su BG clash 2006 – pedroman report

Fitta Warri – live @ pacì paciana

ed ecco un’altra chicca che la bergamoreggae crew vi porta!!! 1 ora e 20 m di concerto live & direct con la poderosa voce di Fitta Warri ls Ras Moa, selecta tedesco!!! a presto l’altra parte della serata… torna a trovarci!!!

are u ready to dload???

big up!!!

fitta warri – live at pacì paciana

Commenti disabilitati su Fitta Warri – live @ pacì paciana

Festa del Raccolto: live Fitta Warri @ pacì paciana

forse lo saprete gia’… BergamoReggae e’ molto lieta di presentare l’arrivo di Fitta Warri accompagnato dal selecta tedesco ras Moa – Collynization Soundsystem

dopo il grande successo dell’album Sababa Vibes abbiamo l’immenso piacere di ospitare il bobo chanter Fitta Warri che con le sue potenti liriche conscious infiammerà la nostra yard, accompagnato dal selecta ras Moa. nella stessa serata si esibiranno SounDSemiLLa in compagnia del talentuoso cantante italiano dal nome di Jr.Mention, gia’ voce dei Realize reggae band bergamasca, e Quickly Burnin Sound con il selecta international Chalice DJah ed il Baro, anche lui gia’ voce della band dei Plazmon e dei sub-A. per l’occasione abbiamo già prenotato lo studio per tagliare dei dubs insieme a Fitta Warri ed inoltre durante la serata si potranno assaggiare i dolci tipici della nostra festa. non mancare!!!

evento promosso in collaborazione con la label tedesca JahSoulJah

eccovi tutto il programma della manifestazione:

VENERDI’ 27 OTTOBRE : BG’S TEAM PRESENTA:

KASO, MAXI B E MICHELLE (METROSTARS)

3MENTI 3MENDE e VOCALAMITY

SABATO 28 OTTOBRE: BERGAMOREGGAE PRESENTA:

FITTA WARRI (JAM) + RAS MOA (DE)

QUICKLY BURNIN SOUND & SOUNDSEMILLA

in collaborazione con Jahsouljah

Fitta Warri

nasce a Franklin Town, Kingston, Giamaica e comincia subito la sua esperienza con il reggae all’eta’ di 14 anni. Partecipa con diversi soundsystem a feste ed eventi riuscendo a vincere un concorso promosso dalla radio Irie FM che lo portera’ all’incisione della sua prima canzone dal titolo “Aids Healer”. Da subito dimostra il suo legame con l’impegno sociale che contraddistingue la sua produzione. Ora Fitta risiede in europa ed insieme alla band inglese degli Zion Train si e’ esibito a tutti le manifestazioni piu’ importanti, e durante la sua ultima turnee in medio oriente ha girato un video in israele intitolato “Signs of the times”. il suo nome deriva dall’antico aramaico e significa ” leader della vanguardia” una sorta di piccola armata; infatti si presenta al pubblico con la sue armi che sono la sua voce, la musica e le sue potenti liriche di denuncia contro i mali di questa societa’.

Ras Moa – Collynization Soundsystem

questo soundsystem nasce nel 2000 a Burgau – germania – e si avvale di diversi membri tra i quali Ras Moa aka Dub Tonda. e cosi’ cominciano la loro prime esperienze in radio e le registrazioni dei primi special. incominciano a diffondere la loro pasione per il reggae e pian paino si inseriscono nuovi elementi tra i quali il sing-jay Ras I. attualmente collaborano con diversi artisti giamaicani, tra i quali Fitta Warri, ed i maggiori esponenti della scena tedesca. Ras Moa partecipa anche alla creazione della label Jahsouljah, un etichetta tedesca che produce e promuove molti cantanti reggae.

Commenti disabilitati su Festa del Raccolto: live Fitta Warri @ pacì paciana

Pagina 34 of 35« Prima...1020...3132333435